La manutenzione delle piscine non deve essere un problema

sarà facile e gratuita per voi!

La manutenzione delle piscine può spesso apparire un compito arduo e di difficile realizzazione, tanto da rischiare, a volte, di scoraggiare gli animi anche dei più motivati.

Tutto questo però con Aquos Italia non è più un problema!

Incluso nel progetto piscina, infatti, vi sarà garantito anche un programma di manutenzione di piscine fuori terra interrate gratuitaAquos Italia non vi lascerà mai soli neanche nelle fasi successive alla costruzione delle vostre piscine , infatti, per farvi godere più serenamente i vostri momenti di relax l’installatore specializzato Aquos Italia verrà a trovarvi gratuitamente, una o più volte l’anno, per effettuare un check-up gratuito dell’impianto delle vostre piscine Aquos.

Perché le vostre piscine interrate fuori terra funzionino sempre al meglio è però anche opportuno che voi per primi ne abbiate costante cura. Con i prodotti per piscine Aquos la costante e attenta pulizia giornaliera della vostra piscina non sarà, infatti, un peso. Aquos Italia vi permette di scegliere tra diverse tipologie di robot utili a mantenere sempre pulita l’acqua e il liner della vostra piscina.

L’uso di prodotti chimici e la continua attività di filtrazione dell’acqua garantiscono una perfetta limpidezza dell’acqua, ma perché la manutenzione delle piscine fuori terra sia perfettamente garantita è opportuno ricorrere all’utilizzo di appositi pulitori, come i nostri piccoli robot, che preservano la vostra piscina da tutti gli agenti esterni, come terra, foglie, insetti. Con il robottino, assolutamente economico e facile da utilizzare, la pulizia dei bordi e del fondo delle vostre piscine Aquos sarà perfettamente garantito.
Inoltre, per evitarvi inutili fastidi e costi aggiuntivi derivanti da una cattiva gestione dell’impianto della vostra piscina , riteniamo opportuno fornirvi alcuni utili consigli sui metodi di trattamento dell’acqua, così da poter mantenere la vostra piscina sempre curata con il massimo dell’efficienza per godervi appieno indimenticabili momenti di relax.

L’acqua è un elemento vitale e dinamico, che subisce notevoli variazioni in base a diversi fattori, quali la temperatura ambientale, l’evaporazione, la quantità di bagnanti, la frequenza delle piogge, le sostanze che vengono a contatto con l’acqua (come olii e creme solari, sudore, polveri, etc..).

La qualità dell’acqua della vostra piscina interrata fuori terra è fondamentale per godere dei piaceri dell’acqua senza rischiare di avere problemi epidermici legati ad una cattiva manutenzione della piscina.

L’equilibrio dell’acqua è determinato da tre elementi:

  • il Potenziale Idrogeno (PH),
  • L’Alcalinità (TAC),
  • la Durezza (TH);

La conoscenza di questi tre fattori vi aiuterà a tenerli sotto controllo così da non avere alcun tipo di problema quando sarete immersi nelle vostre piscine Aquos.

 

Il Potenziale Idrogeno (PH)

Il PH indica il grado di acidità o alcalinità dell’acqua (ossia misura la concentrazione di ioni idrogeno H+) e può assumere un valore su una scala che va da 0 a 14 gradi. Un valore compreso tra 0 e 7 indicherà un’acqua acida, mentre un valore che va da 7 a 14 un’acqua alcalina. Per essere equilibrato il valore del ph dell’acqua deve, invece, essere pari a 7, e per la precisione il Ph ideale dovrebbe assumere un valore compreso tra 7,2 e 7,6.; Se la Piscina presenta una scala, sarebbe addirittura il caso di mantenerlo tra i 7 e il 7,4.
E’ opportuno tener sempre presenti questi parametri perché se un’elevata acidità dell’acqua può provocare irritazioni agli occhi e alla pelle oltre che comportare un veloce deterioramento dell’impianto della vostra piscina, di contro un’acqua basica può, invece, provocare incrostazioni calcaree su tutti i componenti della piscina stessa.

 

L’alcalinità (Titolo Alcalimetrico Completo)

Rappresenta la quantità dei carbonati e bicarbonati presenti nell’acqua e si misura in gradi francesi (°F). IL TAC viene misurato soprattutto quando si ha difficoltà a stabilizzare il PH in quanto rappresenta un vero e proprio tampone dell’acqua volto ad impedire una brusca variazione di questo valore. Un buon TAC dovrebbe assumere un valore tra gli 8°F e i 15 °F.

 

La durezza (Titolo Idrotimetrico)

Misura la concentrazione di Sali di calcio e di magnesio disciolti in acqua. Si misura abitualmente in gradi francesi (°F) oppure in ppm. L’acqua si definisce “Dura” o “dolce” in relazione alla quantità di Sali di calcio e di magnesio presenti in soluzione. L’acqua incrosterà se il Th sarà superiore a 20°F e sarà corrosiva al di sotto di 10° F. L’acqua può essere denominata:

  • Acqua ” molto dolce”: da 0°F a 4°F (l’acqua piovana ha un th pari A 0°F).
  • Acqua “dolce”: da 4°F a 8°F.
  • Acqua “mediamente dura”: da 8°F a 18°F.
  • Acqua “dura”: da 18°F a 30°F.
  • Acqua “durissima”: th superiore ai 30°F.

Un’acqua dolce con un ph non in equilibrio, sarà corrosiva, un’acqua dura con un ph non in equilibrio porterà ad incrostazioni. Per evitare incrostazione o corrosione, si consiglia di mantenere un th tra i 15°F e i 25°F. Ph, Alcalinità e Durezza sono valori indipendenti, però a seconda dei valori di th e tac sarà necessario regolare il valore del ph per riportarlo all’equilibrio.
In un’acqua calcarea il ph tenderà ad essere alto quando la temperatura dell’acqua salirà o in presenza di un’ossigenazione dell’acqua (Balneoterapia). Al contrario, se in primavera, è caduta acqua nella piscina il ph risulterà essere più basso del solito. In base al valore del th, si adeguerà il valore del ph (per variazioni considerevoli del ph l’acqua dovrà essere trattata per più giorni, in base alle dimensioni della piscina).

Durezza Acqua Acqua dura o molto dura Acqua Media Acqua Dolce
Valore TH (°F) 25 °F e più 16°- 25°F 0° – 15°F
Valore Ph Ph tendenzialmente elevato Ph medio Ph tendenzialmente basso
Azione sul Ph Regolare a 7-7,4 Regolare a 7,2-7,6 Regolare a 7,4-7,8
In un’acqua pulita, i valori ideali dovrebbero essere:
TAC: tra 8°F e 15°F
TH: tra 15°F e 25°F
PH: tra 7,2 e 7,6

 

Chiusura della piscina (“svernamento”)

La corretta manutenzione delle piscine fuori terra e delle piscine interrate è un passaggio fondamentale non solo quando siete immersi in piacevoli momenti di relax, ma anche quando, dopo aver gioito di rinfrescanti nuotate durante il periodo estivo, decidete che è arrivato ormai il momento di procedere alla chiusura della vostra piscina perché le giornate diventano ormai fredde per regalarvi ancora piacevoli sensazioni.

Preparare la vostra piscina prefabbricata per l’inverno richiede non poche accortezze fondamentali per non compromettere il corretto funzionamento della vostra piscina interrata piscina fuori terra nella stagione successiva. Innanzitutto è bene non attendere il freddo perché si rischierebbe di compromettere il buon funzionamento dell’impianto idraulico e di tutta la piscina. I nostri tecnici Aquos Italia consigliano, pertanto, di procedere allo svernamento in autunno.

Esistono due tipi di Svernamento:

  • lo Svernamento Attivo;
  • lo Svernamento Totale.

Entrambi i procedimenti possono essere effettuati solo nel momento in cui la temperatura dell’acqua scende al di sotto dei 12°C.
Lo Svernamento Attivo, maggiormente consigliato, consiste nel continuare a far funzionare il sistema di filtraggio per tutto l’inverno, pur mediante un’attività ridotta. Questa soluzione permette di conservare un’ottima qualità dell’acqua, evita il rischio di grippaggio della pompa e previene la formazione di sporco sul liner per piscine interrate fuori terra. L’ideale sarebbe installare una copertura, in modo da evitare l’entrata di sporcizia e detriti in vasca.

Lo Svernamento Totale consiste, invece, nell’interruzione del filtraggio, lo svuotamento totale delle tubature e nel lasciare all’asciutto il gruppo di filtraggio. Esso è indicato per lo più per piscine situate in residenze secondarie, che non possono pertanto essere tenute sotto controllo, o in regioni il cui clima provoca gelate lunghe e consistenti che possano quindi rischiare di deteriorare l’intero impianto delle vostre piscine Aquos.

Entrambe le soluzioni di svernamento prevedono:

  • Pulizia del Filtro
  • La riduzione di 1/3 del volume d’acqua
  • Regolazione del Ph più clorazione d’urto
  • Pulizia del Liner lungo la linea d’acqua
  • Posa della copertura Invernale

 

Riapertura della piscina (in primavera)

Con i primi caldi e il primo sole la voglia di tornare a fare un tuffo nelle vostre piscine torna a crescere. Bisogna perciò procedere accuratamente a tutte le fasi di manutenzione delle piscine fuori terra piscine interrate necessarie per rendere nuovamente agibili e precise le vostre piscine Aquos.

I nostri tecnici consigliano di procedere alla riapertura della piscina appena la temperatura dell’acqua supera i 12° C, in modo da evitare che l’acqua diventi putrida richiedendo lunghi e fastidiosi trattamenti.
Se si è adottata la soluzione dello Svernamento attivo e la piscina è stata protetta con copertura, l’acqua si presenterà quasi pulita e sarà sufficiente riportare l’attività di filtraggio al livello ordinario.

In caso di Svernamento Totale invece sarà necessario:

  • Raccogliere le impurità più consistenti con un retino e aspirare lo sporco dal fondo
  • Ripristinare il livello dell’acqua
  • Ripristinare la corrente elettrica
  • Trattare l’acqua con i prodotti chimici correggendo il Ph
  • Rimettere in funzione pompa e filtro, lasciando in funzione il sistema di filtraggio per 1 o 2 giorni, in base allo stato dell’acqua.
  • Assicurarsi che la pompa funzioni correttamente verificando che non ci siano problemi di grippaggio dei cuscinetti o che vi siano rumori anomali.


Ipotesi di Acqua Putrida

Se avete ritardato di molto la riattivazione della vostra piscina prefabbricata, o non avete protetto la piscina con una copertura, l’acqua sarà diventata, molto probabilmente, putrida a causa della nascita di alghe e batteri.
In questo caso, per evitare lunghi e fastidiosi trattamenti chimici (che in genere logorano il liner per piscine interrate fuori terra precocemente) è preferibile svuotare la piscina di 1/3 del suo volume, pulire sporco e detriti e sostituirla con acqua pulita. In seguito procedere con i trattamenti chimici.

Per problemi o dubbi potete rivolgervi ai nostri Tecnici specializzati.

Aquos Italia ti offre consulenza e sopralluogo gratuiti in modo da studiare, realizzare e garantire il prodotto più adatto alle tue esigenze.

Sai già cosa scegliere?