La costruzione, manutenzione e vigilanza delle piscine interrate e fuori terra aperte al pubblico sono regolate da diverse normative

 

La costruzione, manutenzione e vigilanza delle piscinepiscine interrate fuori terra aperte al pubblico è regolata da diverse normative:

  • L’accordo tra il Ministero della salute della salute e le Regioni del 16/01/2003 (tale accordo traccia le linee guida, mentre demanda alle varie regioni il compito di emanare ulteriori disposizioni per la disciplina dei controlli sulle piscine interrate fuori terra pubbliche);
  • La norma UNI 10637 (piscine: requisiti degli impianti di circolazione, trattamento, disinfezione e qualità dell’acqua della piscina);
  • I regolamenti delle diverse regioni.

Tali norme definiscono, tra le altre cose, una classificazione delle piscine per destinazione:

  • Tipo A: piscine interrate fuori terra di proprietà pubblica o privata destinata ad un’utenza pubblica (A1 piscine pubbliche, A2 piscine ad uso collettivo come alberghi, camping, palestre, A3 impianti finalizzati al gioco acquatico);
  • Tipo B: piscine interrate fuori terra condominiali o riservate a gruppi circoscritti o identificabili.
  • Tipo C: piscine interrate fuori terra ad usi speciali collocate all’interno di una struttura di cura, di riabilitazione o termale.

La norma UNI prevede i seguenti tempi massimi di ricircolo di tutta l’acqua contenuta in vasca:

  • Piscine Tipo A: 3 ore;
  • Piscine Tipo B: 6 ore;
  • Piscine Tipo C: 3-4 ore;
  • Piscine Familiari: 8 ore.

Ad esempio, per una piscina familiare di 110 m3 la portata oraria sarà 110:6=18 m3/h.

Indipendentemente dalla categoria le piscine ad uso pubblico:

  • Con superficie inferiore ai 100 m2 possono prevedere gli skimmers (la normativa impone uno skimmer ogni 20 m2);
  • Con superficie superiore ai 100 m2 devono prevedere il bordo sfioratore.

Inoltre, il sistema di filtraggio deve prevedere:

  • 2 gruppi filtranti: (letto filtrante da 60 cm); (deve essere filtrata più lentamente rispetto alle piscine private, quindi la portata del filtro sarà minore rispetto a quella normale).
  • 3 pompe.
Aquos Italia ti offre consulenza e sopralluogo gratuiti in modo da studiare, realizzare e garantire il prodotto più adatto alle tue esigenze.

Sai già cosa scegliere?